22/12/2017 – Definite le regole che le sedi estere delle Amministrazioni italiane devono seguire per le gare d’appalto. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, ed entrerà in vigore il 4 gennaio 2018, il DM 2 novembre 2017 n. 192, attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016).   Importo delle gare e procedure Il valore dei contratti verrà stimato in base al cambio, risultante del sito web della banca d’Italia, applicato alla data del primo atto di gara.   Il risultato determinerà la scelta della procedura da utilizzare per la scelta del contraente. Si userà l’affidamento diretto, anche senza previa consultazione di due o più operatori economici, per i contratti di importo inferiore a 40mila euro.   Si potrà usare la procedura negoziata, senza previa pubblicazione del bando, per contratti di servizi e forniture di valore compreso tra 40mila euro e le soglie europee (144mila euro per le gare..
Continua a leggere su Edilportale.com