22/09/2020 – Un’offerta con prezzo pari a 0 non può essere esclusa automaticamente. Prima di decidere, l’Amministrazione aggiudicatrice deve chiedere spiegazioni al concorrente. È questa la conclusione cui è giunta la Corte di Giustizia dell’Unione Europea con la sentenza C-367/19 del 10 settembre 2020.   Appalti e offerte troppo basse, il caso La Corte di Giustizia UE si è pronunciata su un caso sorto durante una gara per l’affidamento di un servizio di accesso alla rete informatica.   L’Amministrazione aggiudicatrice aveva stimato in circa 40mila euro il valore dell’appalto ed escluso l’offerta presentata da uno dei concorrenti, che riportava un prezzo finale pari a 0. Il concorrente escluso aveva però presentato ricorso contro la sua esclusione, generando un contenzioso su cui i giudici interni hanno interpellato la Corte Ue per verificare la compatibilità con la normativa sui..
Continua a leggere su Edilportale.com