05/10/2017 – Il recupero e la trasformazione in aree verdi di spazi pertinenziali condominiali o privati e dei tetti è una pratica sempre più diffusa nelle città perché aumenta il valore dell’immobile e aiuta a limitare l’impatto ambientale delle costruzioni.   L’incremento di aree verdi all’interno della città, infatti, permette lo sviluppo dei cosiddetti ‘corridoi ecologici’ con i quali è possibile ricostituire la biodiversità, migliorare la qualità dell’aria della città e ridurre il fenomeno di ‘isola di calore’.   Trasformazione di aree verdi: gli incentivi proposti Visti i vantaggi della qualificazione a verde delle aree di pertinenza del patrimonio privato, il Governo sta studiando una detrazione fiscale per gli interventi relativi alla sistemazione a verde di aree pertinenziali di edifici unifamiliari e condominiali, poste al suolo o su..
Continua a leggere su Edilportale.com