20/07/2020 – È possibile fruire del bonus ristrutturazioni e del bonus mobili per lavori su un appartamento di proprietà di un familiare convivente?   A rispondere alla domanda l’Agenzia delle Entrate tramite la posta di FiscoOggi in cui tratta il caso di un figlio che vuole eseguire dei lavori di ristrutturazione, approfittando del bonus 50%, su un appartamento di proprietà del padre convivente.   Bonus ristrutturazione: le condizioni per i familiari conviventi L’Agenzia delle Entrate ha ricordato che in presenza di tutte le condizioni previste dalla legge, le detrazioni per interventi di recupero del patrimonio edilizio possono essere usufruite anche dai familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile. I familiari conviventi devono essere il coniuge e/o parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado.   Per fruire del bonus, però, i familiari conviventi devono sostenere le spese..
Continua a leggere su Edilportale.com