26/03/2018 – Nella scelta di acquisto della casa, le famiglie italiane valutano in primo luogo i bassi costi di gestione dell’immobile, poi il comfort degli ambienti, la sicurezza, infine i servizi comuni.   I dati arrivano dall’Osservatorio sul Mercato Immobiliare – marzo 2018 di Nomisma, presentato nei giorni scorsi nella sede di Assolombarda a Milano.   Dalle survey condotte da Nomisma su panel di famiglie intenzionate ad acquistare un’abitazione propria, emerge come tra i requisiti la domanda ponga al primo posto i bassi costi di gestione e di manutenzione ordinaria della casa, seguiti dal comfort degli ambienti e dalla sicurezza. Poca importanza viene invece data alle “dotazioni comuni”.   Secondo Nomisma, l’interpretazione della domanda immobiliare è un passaggio obbligato per orientare la nuova offerta edilizia e per evitare gli errori fatti in passato. Non è un caso che una parte rilevante dell’offerta..
Continua a leggere su Edilportale.com