12/06/2020 – Definite le regole per richiedere il contributo a fondo perduto, introdotto dal Decreto Rilancio e destinato a imprese e partite Iva. I professionisti ordinistici, iscritti alle Casse di previdenza private, al momento sono esclusi dall'agevolazione, ma una serie di emendamenti, segnalati in Commissione Bilancio della Camera, potrebbe includerli tra i beneficiari. Le regole sulle modalità con cui ottenere il contributo sono state definite con il provvedimento 10 giugno 2020 dell’Agenzia delle Entrate, attuativo del DL 34/2020.    Contributo a fondo perduto, i beneficiari Possono ottenere il contributo a fondo perduto le imprese, le partite Iva e i titolari di reddito agrario, in attività alla data di presentazione dell’istanza per l’ottenimento del contributo, che rispettino due requisiti: – aver conseguito nel 2019 ricavi o compensi fino a 5 milioni di euro; – aver conseguito, ad aprile 2020, un ammontare di fatturato..
Continua a leggere su Edilportale.com