26/03/2020 – I cantieri subiscono forti limitazioni fino al 3 aprile 2020. Sono le conseguenze del dpcm 22 marzo 2020 e del dpcm 25 marzo 2020, che indicano i codici ATECO delle attività che possono continuare.    Coronavirus, i cantieri che si fermano Sono sospese le costruzioni di nuovi edifici residenziali e non residenziali, lo sviluppo di progetti immobiliari, i lavori di demolizione e tutte le attività di preparazione del cantiere edile e sistemazione del terreno.   Si fermano poi i lavori di completamento e finitura degli edifici, come intonacatura, posa in opera di infissi, arredi e controsoffitti, rivestimento di pavimenti e di muri, tinteggiatura e posa in opera di vetri, realizzazione di coperture e altri lavori specializzati di costruzione. Nell'ambito dell'ingegneria civile, si fermano le attività con codice ATECO 42.91.00, 42.99.09 e 42.99.01. Si tratta dell costruzione di opere..
Continua a leggere su Edilportale.com