07/08/2020 – Il credito di imposta corrispondente all’ecobonus può essere ceduto, in seconda battuta, al fornitore di energia elettrica dell’impresa che ha realizzato i lavori di efficientamento energetico. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate con la risposta 249/2020.   Ecobonus e cessione del credito, il caso Una società, dopo aver effettuato degli interventi di riqualificazione energetica, ha ricevuto dal suo cliente un credito corrispondente alla detrazione fiscale. La società, avendo intenzione di cedere tali crediti al proprio fornitore di energia elettrica, ha chiesto all’Agenzia delle Entrate se tale soggetto rientrasse tra i potenziali cessionari del credito di imposta.   Secondo la società, la cessione al proprio fornitore di energia elettrica doveva essere considerata possibile, in considerazione del collegamento esistente tra la fornitura e il processo produttivo.   Cessione del credito al..
Continua a leggere su Edilportale.com