20/01/2020 – Correggere la norma sull’equo compenso e dire definitivamente basta ai bandi gratuiti della Pubblica Amministrazione, che chiedono ai professionisti di lavorare senza alcun compenso. È la richiesta avanzata al Governo da Confprofessioni, Confederazione italiana delle libere professioni.   Confprofessioni: ‘nullità dei bandi gratuiti della PA’ Il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, ha chiesto al Governo di correggere con urgenza la norma che ha introdotto il principio dell'equo compenso delle prestazioni professionali rese alla Pubblica Amministrazione, per arrivare in tempi rapidi a una soluzione che “vieti il conferimento di incarichi professionali gratuiti o il cui compenso non sia commisurato a compenso equo”.    “I tempi sono maturi per precisare una volta per tutte la nullità dei bandi gratuiti della PA e riconoscere l'effettivo valore economico delle prestazioni professionali”..
Continua a leggere su Edilportale.com