06/03/2020 – In un bando su 4 mancano formule calmieranti dei ribassi che permetterebbero di privilegiare, negli affidamenti di servizi di architettura e ingegneria, l’offerta tecnica rispetto a quella economica.   Questa una delle criticità sottolineate dall’Osservatorio Nazionale dei Servizi di Architettura e Ingegneria (ONSAI) del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che, nel corso del 2019, ha esaminato 330 bandi per l’affidamento di servizi di architettura e ingegneria.   Bandi di progettazione: le criticità evidenziate L’Osservatorio, pur registrando un progressivo miglioramento rispetto ai dati rilevati negli anni passati, ha evidenziato alcuni dati in controtendenza. Ad esempio, oltre all’assenza di formule calmieranti dei ribassi, ha rilevato nel 10% dei bandi esaminati la mancata osservanza dell’art. 23 comma 2 del Codice dei contratti che, in relazione alla tipologia..
Continua a leggere su Edilportale.com