28/09/2018 – Il responsabile dei lavori risponde degli eventuali infortuni agli operai in cantiere. Con la sentenza 40922/2018, la Cassazione ha spiegato che, se non si nomina un tecnico, la responsabilità e l’onere del risarcimento ricadono sul committente, ad esempio il padrone di casa che ha chiamato un operaio per svolgere degli interventi.   Lavori in casa, il ruolo del responsabile dei lavori La Cassazione ha spiegato che nei lavori edili è il responsabile dei lavori a rispondere di eventuali infortuni. Normalmente, hanno sottolineato i giudici, il responsabile dei lavori è un tecnico, ad esempio l’ingegnere o l’architetto cui sono stati affidati i lavori di ristrutturazione. Il progettista gestisce infatti gli operai, ne controlla l’operato e si assume le conseguenze civili e penali di eventuali incidenti.   Lavori in casa, e se manca il responsabile dei lavori? I giudici hanno spiegato che molto spesso, in caso..
Continua a leggere su Edilportale.com