22/03/2021 – Dal 2015, a seguito dell’accordo universale di Parigi, gli stati firmatari si sono impegnati a concretizzare il processo di transizione energetica (abbandonare l’uso delle fonti fossili e ridurre le emissioni dei gas serra) come contrasto al cambiamento climatico.   Per quanto riguarda l’Italia, il patrimonio edilizio esistente riveste un ruolo centrale nel consumo di energia, in particolare per quanto riguarda la climatizzazione degli ambienti. Incentivi come il Conto Energia 2.0 o detrazioni fiscali come il Superbonus 110% sono alcune tra le soluzioni che l’Italia ha adottato per concretizzare la riqualificazione energetica dell’abitato.   Uno degli interventi trainanti del Superbonus è proprio la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale (in condominio e nelle singole unità immobiliari) con impianti maggiormente efficienti, tra cui anche le pompe di calore.   Il principio di funzionamento di..
Continua a leggere su Edilportale.com