01/07/2020 – Entra in vigore oggi la norma del Decreto Fiscale che concede un credito d’imposta del 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante carte di credito, di debito o prepagate e altri pagamenti elettronici tracciabili.   Inoltre, il provvedimento stabilisce anche che da oggi, 1° luglio 2020, il valore soglia oltre il quale si applica il divieto al trasferimento di denaro liquido fra soggetti diversi venga ridotto, dagli attuali 3mila euro, a 2mila euro.   Pagamenti con Pos: il bonus per scoraggiare l’uso del contante Professionisti, singoli o in studi professionali, potranno ottenere un credito d’imposta nella misura del 30% delle commissioni applicate dai prestatori di servizi di pagamento e regolate con carte di credito, debito o prepagate ovvero mediante altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili.   L’accesso all’incentivo fiscale è riservato ai soli operatori..
Continua a leggere su Edilportale.com