10/06/2020 – Rendere le ristrutturazioni efficienti non solo in termini di risparmio energetico, ma anche di convenienza economica, per attrarre capitali e decarbonizzare gli edifici entro il 2050. Il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame definitivo, il decreto che recepisce nell’ordinamento italiano la Direttiva 2018/844/UE sull’efficienza energetica in edilizia. In realtà, i termini per il recepimento della direttiva sono scaduti a marzo 2020, ma l'emergenza causata dalla pandemia da Coronavirus ha impegnato l'Esecutivo su altri fronti e adesso si cerca di recuperare terreno.   Prestazione energetica in edilizia, edifici a emissione zero entro il 2050 Il decreto legislativo approvato dal CdM punta ad ottenere edifici ad emissione zero entro il 2050 introducendo nel Piano nazionale integrato per l’energia e il clima una strategia di lungo termine per sostenere la ristrutturazione del parco nazionale degli edifici..
Continua a leggere su Edilportale.com