10/06/2020 – I progettisti che lavorano nei cantieri in tempi di Covid 19 rischiano di essere penalizzati due volte: non solo hanno il gravoso compito di verificare e vigilare sui presidi di sicurezza in mancanza di regole chiare ma sembra siano stati esclusi dalle tutele previste per i lavoratori dipendenti e autonomi. A riaccendere i riflettori sulla questione della sicurezza in cantiere e sul ruolo dei progettisti è Marco Becucci, presidente di Inarsind Toscana Centro, il sindacato che raccoglie le istanze di ingegneri e architetti liberi professionisti della regione.   Sicurezza in cantiere: regole poco chiare per i progettisti? Per il presidente di Inarsind Toscana Centro, allo stato attuale nei cantieri non ci sono indicazioni concrete e specifiche su chi debba vigilare, su cosa e come si debba vigilare e come si debba gestire l’esito della vigilanza sulla salute dei lavoratori.     Ma soprattutto, secondo Becucci, i progettisti in..
Continua a leggere su Edilportale.com