02/07/2020 – A determinate condizioni, gli acquirenti di immobili in zone sismiche 2 e 3 possono usufruire del Sismabonus acquisto anche se l’asseverazione non è stata presentata dall’impresa insieme alla richiesta del titolo abilitativo.   A spiegarlo l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 196/2020 in cui risponde ad un’impresa di costruzioni che aveva richiesto il permesso di costruire per immobili demoliti e ricostruiti nel 2017 senza asseverazione ma che voleva fruire del bonus presentandola successivamente.     Sismabonus: nelle zone 2 e 3 più tempo per l’asseverazione (con condizioni) L’Agenzia ha spiegato che la questione del diverso trattamento rispetto alla zona 1, in cui è più volte stata ribadita la necessità che l’asseverazione non fosse tardiva, nasce dal fatto che l’estensione del sismabonus acquisto alle zone sismiche 2 e 3 è intervenuta nel 2019 e, quindi,..
Continua a leggere su Edilportale.com