24/11/2020 – Gli interventi sulle parti comuni degli edifici accedono al Superbonus 110% anche in presenza di irregolarità urbanistiche. A chiarirlo è stata l’Agenzia delle Entrate per voce del suo direttore Enrico Maria Ruffini che, lo scorso 18 novembre, durante l’audizione sul superbonus 110% in Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria, ha spiegato le semplificazioni introdotte dal Decreto Agosto (DL 104/2020 convertito nella Legge 126/2020) al fine di facilitare l'accesso al superbonus per i lavori sulle parti comuni condominiali. La regola generale vuole che non si possano applicare le agevolazioni fiscali se manca la conformità edilizia e urbanistica. A dirlo è l'art. 49 del Testo Unico dell'Edilizia (DPR n. 380 del 2001). Secondo tale norma sono classificabili come difformità: – le violazioni di altezza, distacchi, cubatura o superficie coperta che eccedano per singola unità..
Continua a leggere su Edilportale.com