28/08/2018 – Dopo l’approvazione da parte del Senato, è all’esame della Camera il disegno di legge di conversione del decreto Milleproroghe.   Una delle norme più contestate è il blocco dei fondi destinati ai progetti vincitori del Bando Periferie: il testo approvato dal Senato differisce al 2020 l’efficacia di 96 delle 120 convenzioni firmate dai sindaci e dal Governo Gentiloni.   Conseguentemente allo slittamento, le amministrazioni, ferma restando la dotazione complessiva loro assegnata, provvederanno a rimodulare i relativi impegni di spesa e i connessi pagamenti a valere sul Fondo sviluppo e coesione.   Bando Periferie, la storia Al piano per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie sono stati destinati complessivamente 2,1 miliardi di euro. La Legge di Stabilità 2016 ha stanziato i primi 500 milioni di euro; nel giugno 2016 è stato pubblicato il Bando.   Successivamente sono stati..
Continua a leggere su Edilportale.com