06/10/2017 – In arrivo 10 milioni di euro di mutui agevolati da destinare ai Comuni per il completamento di interventi di manutenzione, protezione e restauro su beni culturali pubblici di loro proprietà e destinatari di donazioni private attraverso l’Art bonus.   A prevederlo il Protocollo d’intesa sottoscritto ieri tra l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) e l'Istituto per il Credito Sportivo (ICS), insieme al ALES Arte Lavoro e Servizi S.p.A. (società MiBACT che ha il compito istituzionale di gestire e promuovere l’Art Bonus).   Restauro beni culturali: cosa prevede l’Accordo per mutui agevolati Nell’ambito del Protocollo è previsto per i Comuni un plafond di 10 milioni di euro di mutui a condizioni vantaggiose, ove il 50% dell’importo massimo complessivo stanziato è riservato all’utilizzo da parte dei piccoli comuni.   Ciascun intervento potrà essere ammesso..
Continua a leggere su Edilportale.com