12/12/2017 – Investire sulla sostenibilità e la sicurezza degli edifici mantenendo gli incentivi in vigore e introducendone altri. È lo spirito con cui sono stati presentati una serie di emendamenti al disegno di legge di bilancio 2018, che puntano a conoscere lo stato degli immobili per programmare gli interventi necessari.   Alcune delle proposte intendono incentivare le diagnosi energetiche e le indagini diagnostiche per la sicurezza degli edifici non seguite da lavori, mantenere al 65% la detrazione per finestre, schermature solari e caldaie a condensazione e biomassa. Chiesti anche la stabilizzazione dell’ecobonus, e incentivi per il recupero delle acque piovane e la bonifica dall’amianto.   Bonus 50% per la diagnosi degli edifici Uno degli emendamenti presentati alla Camera propone un bonus del 50%, fino a un valore massimo della detrazione di 12mila euro, per le diagnosi energetiche e sismiche degli edifici eseguite nel 2018, ma non..
Continua a leggere su Edilportale.com