20/07/2018 – In quali casi la detrazione relativa alle spese per gli interventi di ristrutturazione spetta anche al familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile?   A rispondere l’Agenzia delle Entrate tramite la posta di Fisco Oggi.   Bonus ristrutturazioni: le condizioni affinché ne benefici il convivente  L’Agenzia ha ricordato che la detrazione spetta anche al familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile sul quale vengono effettuati i lavori, a condizione che abbia sostenuto le spese e le fatture e i bonifici siano a lui intestati.   A tal fine, per familiari si intendono: il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado.   Non è richiesto, inoltre, che l’immobile oggetto dell’intervento sia adibito ad abitazione principale del proprietario o del familiare convivente e che, ferme restando le altre condizioni, la detrazione spetta..
Continua a leggere su Edilportale.com