17/04/2018 – Un avanzo da 350 milioni di euro sarà destinato alla riqualificazione energetica e alla messa in sicurezza antisismica degli edifici di edilizia residenziale pubblica, nonché alla rigenerazione dei quartieri degradati. Lo ha deciso il Cipe, che con la delibera 127/2017, pubblicata nei giorni scorsi in Gazzetta Ufficiale, ha riprogrammato le risorse stanziate ai sensi della Legge per l’edilizia residenziale (L.457/1978) e non utilizzate.   Edilizia residenziale pubblica, obiettivi da 350 milioni di euro La riprogrammazione delle risorse seguirà una serie di priorità. Gli interventi dovranno essere coerenti con le policy dell'Unione Europea in tema di ambiente e sicurezza nell'edilizia pubblica. Si dovrà perseguire inoltre l’obiettivo “consumo suolo zero”, privilegiando il recupero edilizio ed urbano rispetto alla nuova edificazione.   Le funzioni residenziali dovranno integrarsi con quelle..
Continua a leggere su Edilportale.com