29/10/2018 – ‘No alla creazione di una nuova Italstat* per la progettazione delle opere pubbliche’. La proposta di istituire una ‘Centrale per la progettazione delle opere pubbliche’ da integrare nell’Agenzia del Demanio, contenuta nella bozza di legge di bilancio è inaccettabile.   È questa la dura presa di posizione della Rete delle Professioni Tecniche (RPT) e dell’Associazione delle società di ingegneria e architettura aderente a Confindustria (OICE) sull’ipotesi di assegnare all’Agenzia del Demanio il ruolo di progettista di opere pubbliche, stazione appaltante e soggetto di committenza delegata da parte di altre Amministrazioni.   RPT e OICE, al fine di garantire la qualità delle prestazioni professionali e la trasparenza nel processo di esecuzione delle opere pubbliche, ritengono che sia necessario puntare ad una chiara distinzione tra controllori e controllati, riservando ai liberi..
Continua a leggere su Edilportale.com