29/05/2018 –  Dopo l'iniziale parere di esclusione dello scorso 23 marzo, il Consiglio superiore dei lavori pubblici ci ripensa: accoglie il dissenso di ingegneri e architetti introducendo l’obbligo dell’iscrizione all’Ordine anche per i dipendenti pubblici preposti al collaudo.   Rino La Mendola, Vicepresidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e componente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, commenta così: “Apprezziamo la decisione del Consiglio superiore dei lavori pubblici che ha recepito la nostra proposta, finalizzata a prescrivere l'obbligo dell'iscrizione all'Ordine professionale, non solo per i liberi professionisti, ma anche per i pubblici dipendenti che siano incaricati di eseguire il collaudo tecnico amministrativo di opere pubbliche”. Collaudo, Codice dei Contratti: il requisito dell’iscrizione all’Ordine    Lo schema..
Continua a leggere su Edilportale.com