03/04/2018 – “Per l’ennesima volta in tema di Codice degli Appalti assistiamo ad un groviglio normativo che porta a disattendere delle norme vigenti”.   Così INARSIND, Associazione Nazionale di intesa sindacale di Architetti ed Ingegneri liberi professionisti, commenta lo schema di decreto sull’affidamento delle prestazioni di collaudo statico e tecnico-amministrativo, approvato qualche giorno dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici (CSLLPP).   A norma dell’art. 102 del Codice dei Contratti – ricorda INARSIND – l’affidamento delle prestazioni di collaudo statico e tecnico-amministrativo viene prioritariamente riservato all’interno della P.A. e, solo in subordine, per comprovata mancanza di organico o competenze specifiche, a professionisti esterni.   Collaudo, obbligo di iscrizione all’Albo solo per i liberi professionisti Il decreto approvato dal CSLLPP prevede che per i dipendenti pubblici sia requisito..
Continua a leggere su Edilportale.com