29/06/2018 – Che ruolo ha la dichiarazione di conformità dei dati catastali e delle planimetrie allo stato di fatto nella contrattazione immobiliare?   A spiegarlo il Notariato nel nuovo studio pubblicato.   Conformità catastale: i problemi evidenziati dai Notai Partendo da alcune considerazioni relative alla contrattazione immobiliare, il Notariato spiega che, pur in presenza di molteplici norme volte a prescrivere l’inserimento di specifici elementi identificativi, il contratto immobiliare potrebbe comunque risultare carente di uno o più elementi.   Il notaio chiamato a rogitare un atto di compravendita potrebbe essere, ad esempio, nell’impossibilità di indicare la natura, il Comune o i confini degli immobili oggetto dell’atto. Un contratto di compravendita potrebbe, quindi, risultare valido ove sia indicato semplicemente l’indirizzo ed il numero civico dell’immobile urbano.   Conformità..
Continua a leggere su Edilportale.com