27/07/2018 – Due codici tributo per utilizzare il credito di imposta corrispondente all’Ecobonus e al Sismabonus dopo la cessione. Li ha messi a disposizione l’Agenzia delle Entrate, che con la Risoluzione 58/E/2018 ha spiegato come compilare il modello F24.   L’elaborazione di due codici tributo si è resa necessaria dal momento che l’Ecobonus e il Sismabonus vengono rimborsati in tempi diversi, rispettivamente in dieci e cinque anni. Di conseguenza, cambiano anche le tempistiche con cui il cessionario può utilizzare la quota di detrazione trasferitagli.   Ecobonus e Sismabonus, la cessione della detrazione La possibilità di cedere i crediti d’imposta corrispondenti alle detrazioni spettanti per gli interventi di riqualificazione energetica e per quelli relativi all’adozione di misure antisismiche e all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica, effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali,..
Continua a leggere su Edilportale.com