25/05/2018 – Un Codice Appalti rinnovato per consentire un rapido sviluppo infrastrutturale e competenze legislative Stato-Regioni certe per sostenere la crescita senza rallentamenti. Sono alcuni punti chiave che il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, ha proposto al Governo che si sta formando durante l’assemblea organizzata a Roma.   Tra i partecipanti anche l’Associazione nazionale costruttori edili (Ance), che ha sottolineato l’importanza di confermare i bonus edilizi e rivedere le norme sui contratti pubblici.   Codice Appalti più semplice per un grande piano delle infrastrutture Secondo Confindustria rivedere il Codice dei contratti pubblici, semplificandone l’impostazione e mettendo le amministrazioni nelle condizioni di poter attuare i nuovi principi che esso contiene, costituisce il presupposto per la realizzazione di un grande piano delle infrastrutture, che avrebbe ricadute positive sulla competitività delle..
Continua a leggere su Edilportale.com