29/05/2018 – I regolamenti edilizi comunali possono prevedere titoli abilitativi diversi da quelli previsti dal Glossario Unico delle opere di edilizia libera?   No, perché i regolamenti comunali devono attenersi al Testo Unico dell’Edilizia (DPR 380/2001), dal quale il Glossario Unico discende. A spiegarlo il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, interpellato da Edilportale in seguito all’entrata in vigore del Glossario (DM 2 marzo 2018).    Edilizia libera: il valore del Glossario Unico Gli ingegneri del Dipartimento della Funzione pubblica hanno confermato che il Glossario unico non ‘liberalizza’ opere precedentemente sottoposte ad un regime diverso ma elenca 58 interventi esemplificativi che ricadono nell'edilizia libera, in attuazione del Dlgs 222/2016 (Decreto Scia 2). Quest'ultimo ha definito le categorie d’intervento (manutenzione ordinaria, manutenzione..
Continua a leggere su Edilportale.com