01/10/2018 – Per la ricostruzione del ponte di Genova il Commissario straordinario potrà operare in deroga al Codice Appalti, avvalendosi dell'affidamento diretto, ma non potrà assegnare l’incarico a imprese con partecipazione in società concessionarie autostradali.   Queste alcune norme relative alla ricostruzione del ponte di Genova contenute nel Decreto Emergenze (anche conosciuto come Decreto Genova) entrato in vigore lo scorso 29 settembre.   Ricostruzione ponte Genova: i poteri del Commissario straordinario La norma stabilisce che entro 10 giorni dall’entrata in vigore del Decreto, ovvero entro il 9 ottobre, dovrà essere nominato il Commissario straordinario, figura individuata in Claudio Gemme, che affiancherà il Commissario per le emergenze Giovanni Toti e che dovrà gestire le operazioni di demolizione e ricostruzione del ponte.   Per la demolizione, la progettazione, l'affidamento e la ricostruzione..
Continua a leggere su Edilportale.com