05/10/2018 – Per garantire la sicurezza delle infrastrutture provinciali, soprattutto ponti, viadotti e gallerie, sono necessari 3 miliardi di euro; 730 milioni di euro, però, servono con urgenza per la messa in sicurezza di 1.918 opere a rischio.   Questi alcuni risultati del monitoraggio operato dall’Unione Province d’Italia (UPI) sullo stato di conservazione delle infrastrutture viarie (ponti, viadotti e gallerie) a seguito della richiesta che il Ministero delle Infrastrutture, all’indomani della tragedia del Ponte Morandi di Genova, ha avanzato a tutte le istituzioni.   Sicurezza ponti e viadotti: la situazione provinciale Dall’analisi delle Province risulta che su un patrimonio di oltre 30.000 opere infrastrutturali in gestione alle Province 5.931 sono le opere già in osservazione; su queste opere è già chiaro il quadro degli interventi necessari e le risorse per attuarli, pari a 2 miliardi e 454 mila euro.   Tra..
Continua a leggere su Edilportale.com