06/11/2018 – Riparte l’iter dei decreti sui livelli di progettazione e la progettazione semplificata degli interventi di manutenzione fino a 2,5 milioni di euro, attuativi del Codice Appalti.   Dopo un lungo periodo di pausa, a cavallo del cambio di Governo, il 30 ottobre scorso si è svolta una riunione tecnica tra Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti (Mit), Conferenza delle Regioni e Associazione nazionale Comuni italiani (Anci).   Sia le Regioni sia i Comuni hanno avanzato richieste di snellimento delle procedure.   Regioni: documento delle alternative progettuali più snello La bozza approvata a maggio prevede tre livelli di progettazione: progetto di fattibilità tecnica ed economica, progetto definitivo e progetto esecutivo. Con un documento elaborato da Itaca, le Regioni hanno chiesto la semplificazione della fase preliminare in cui si decide se realizzare l’opera e si inizia a progettarla. Non ci sono invece riferimenti..
Continua a leggere su Edilportale.com