27/04/2018 – Le sanzioni previste per professionisti e imprese che non accettano pagamenti con il POS potrebbero essere incostituzionali.   Il Consiglio di Stato, infatti, ha sospeso il parere sullo ‘Schema di regolamento sulle sanzioni amministrative in caso di mancata accettazione dei pagamenti elettronici’ messo a punto dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE).   Nel Regolamento il MISE ha previsto una multa di 30 euro per ogni pagamento elettronico rifiutato, assimilando tale sanzione a quella prevista dall’articolo 693 del codice di procedura penale che dispone che “chiunque rifiuta di ricevere, per loro, monete aventi possono dallo Stato, è punito con la sanzione amministrativa fino a 30 euro”.   POS, bocciate le sanzioni Con il parere 1104/2018, Palazzo Spada ha ravvisato dubbi di incostituzionalità, in particolare in relazione all'art. 23 della Costituzione il quale prevede che "nessuna prestazione..
Continua a leggere su Edilportale.com