15/09/2017 – Procedono le azioni del Governo per incentivare la diffusione dei pagamenti elettronici: il Consiglio dei Ministri di oggi ha approvato un decreto che prevede la riduzione dei costi di commissione per i pagamenti con carta.   Pagamenti con carta: il taglio delle commissioni Lo schema di decreto, recependo la direttiva dell’Unione europea sui servizi di pagamento nel mercato interno, prevede che fino al 9 dicembre 2020 per le operazioni nazionali tramite carta di debito ad uso dei consumatori, i prestatori di servizi di pagamento possono applicare una commissione interbancaria media ponderata non superiore all’equivalente dello 0,2% del valore medio annuo di tutte le operazioni nazionali effettuate tramite tali carte di debito all’interno dello stesso schema di carte di pagamento. Dal 10 dicembre 2020, per i pagamenti tramite carta di debito e prepagata, sarà applicata una commissione interbancaria..
Continua a leggere su Edilportale.com