29/04/2019 – Si sono diffusi a fine Ottocento sfruttando lo sviluppo dell’energia elettrica su larga scala e iniziative pubblicitarie sui benefici derivanti dal loro utilizzo. Sono i radiatori, nati come preziosi elementi di design che riproducevano le forme delle stufe con un approccio tecnologico tutto nuovo.   La storia dei radiatori è esposta al Musée Electropolis di Mulhouse (Francia) e ripresa dal progetto Google Arts & Culture. Vediamo alcuni esempi.   Inizialmente, come dimostra questo modello, i radiatori erano oggetti costosi da esibire e si badava poco alla loro efficienza.  Foto: Musée Electropolis   A fine Ottocento, la diffusione delle lampade a incandescenza permise lo sviluppo di nuove tecnologie. Questo modello è stato utilizzato fino al secondo dopoguerra come fonte di calore supplementare. La maniglia serviva infatti a facilitare lo spostamento da un ambiente all’altro.  Foto: Musée..
Continua a leggere su Edilportale.com