16/07/2018 – Garantire alle PMI la possibilità di partecipare agli appalti pubblici, e non solo ai subappalti; risolvere la questione dei debiti insoluti della PA nei confronti delle imprese (circa 30 miliardi di euro); accelerare i pagamenti delle fatture negli appalti pubblici.   Sono alcuni degli indirizzi generali della politica dei Ministeri dello sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali, illustrati lo scorso 11 luglio dal Ministro Luigi Di Maio, in audizione presso le Commissioni riunite Industria e Lavoro del Senato.   Appalti a km 0 alle PMI e misure per le imprese Il Governo intende dunque garantire alle PMI la possibilità di partecipare agli appalti pubblici, e non solo ai subappalti. Ma come? Rendendo difficile per le stazioni appaltanti derogare alla disciplina, valorizzando l’elemento della territorialità (appalti a km 0) e semplificando l’assegnazione dei contratti sotto soglia alle piccole e medie imprese,..
Continua a leggere su Edilportale.com