30/04/2019 – No ad uno Stato di polizia tributaria. Ad affermarlo è l’Associazione italiana Dottori commercialisti, che ha messo sotto accusa il Decreto Sblocca Cantieri (DL 32/2019).   A finire sotto esame è una norma dello Sblocca Cantieri che modifica l’articolo 80 del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) sulle cause di esclusione dalle gare.   Sblocca Cantieri e esclusione dalle gare In base al Decreto Sblocca cantieri, “un operatore può essere escluso dalla partecipazione a una procedura d'appalto se la stazione appaltante è a conoscenza e può adeguatamente dimostrare che lo stesso non ha ottemperato agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali non definitivamente accertati”.   Possono invece essere ammessi gli operatori che abbiano ottemperato ai loro obblighi “pagando o impegnandosi in modo vincolante a pagare le imposte o i contributi previdenziali..
Continua a leggere su Edilportale.com