21/12/2017 – Il progettista deve saper usare al meglio i software dedicati alla progettazione ed essere sempre aggiornato sulle novità per il futuro della professione.   I canonici software di progettazione e disegno tecnico in 2D e 3D oggi non bastano più; con l’imporsi del BIM (Building Information Modeling), che innova l'intero processo delle costruzione partendo dalla progettazione e dal 2019 diventerà obbligatorio per le opere pubbliche, sarà necessario dotarsi di strumenti in grado di associare alla modellazione architettonica tridimensionale, dati e caratteristiche dei singoli elementi e del progetto nel suo insieme.   Evoluzione dei software di progettazione: dal CAD al BIM I software CAD, facendo ricorso alla tecnologia informatica, hanno sostituito il disegno manuale con un processo automatizzato. Tali applicazioni consentono di esplorare idee di progettazione, visualizzare concetti con rendering fotorealistici..
Continua a leggere su Edilportale.com