31/07/2018 – Come riconoscere i volumi tecnici? Lo ha spiegato il Tar Puglia con la sentenza 1042/2018.   Volumi tecnici: come sono definiti Il Tar ha ricordato che la definizione dei volumi tecnici discende dalla circolare 2474/1973 dei Lavori Pubblici secondo cui si tratta di volumi “strettamente necessari a contenere ed a consentire l’accesso di quelle parti degli impianti tecnici (idrico, termico, elevatorio, televisivo, di parafulmine, di ventilazione, ecc.) che non possono per esigenze tecniche di funzionalità degli impianti stessi, trovare luogo entro il corpo dell’edificio realizzabile nei limiti imposti dalle norme urbanistiche”.   La circolare precisa che la definizione “può trovare applicazione soltanto nei casi in cui i volumi tecnici non siano diversamente definiti o disciplinati dalle norme urbanistico-edilizie vigenti nel Comune” e che, in ogni caso, la loro sistemazione “non deve costituire..
Continua a leggere su Edilportale.com