01/03/2018 – I liberi professionisti tornano a chiedere al Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) di correggere le norme che li escludono dai voucher per la digitalizzazione.   La richiesta, formalizzata dal Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi professionali (CUP) e dalla Rete delle Professioni Tecniche (RPT), segue quella inviata lo scorso gennaio senza sortire gli effetti sperati e ribadisce che l’esclusione dei liberi professionisti è contraria alla normativa.   Voucher per la digitalizzazione I voucher per la digitalizzazione sono stati introdotti dalla Legge 9/2014 come contributo destinato all'acquisto di hardware, software e servizi specialistici per digitalizzare i processi aziendali e favorire l'ammodernamento tecnologico.   Le risorse vanno utilizzate per migliorare l’efficienza aziendale, modernizzare l'organizzazione del lavoro, mediante l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di..
Continua a leggere su Edilportale.com